End of waste: nuovi obblighi e responsabilità

Il Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio - Ricrea organizza il convegno “Quando il rifiuto d’acciaio diventa nuova materia prima” nell’ambito di “Made in steel”, fiera dedicata alla filiera dell’acciaio prevista a Rho Fiera Milano dal 20 e il 22 maggio 2015, in concomitanza con Ipack-Ima.

In programma il 20 maggio, alle ore 10.30 in Sala Gemini, l’evento voluto da Ricrea intende presentare e chiarire gli ambiti di applicazione del REACH (il regolamento CE n. 1907/2006 sulla gestione delle sostanze chimiche), del CLP (Regolamento CE n.1272/2008) nonché della direttiva specifica sui rifiuti (2008/98/CE), che hanno avuto un forte impatto sul settore produttivo italiano ed europeo.

Nonostante i rifiuti siano esclusi dal campo normativo del REACH, dal loro trattamento possono essere ottenute nuove materie prime, che quindi tornano a ricadere in questo regolamento (D.Lgs. n. 205/2010). Tali sostanze, che un tempo si chiamavano “materie prime seconde”, e attualmente sono definite come “non più rifiuti” o “materie recuperate”, devono essere classificate, etichettate e imballate in accordo con il CLP.
Per stabilire quando un rifiuto cessa di essere considerato tale, esistono una serie di criteri legislativi specifici che inquadrano le diverse tipologie di materiali, tra cui gli acciai (Regolamento (UE) n. 333/2011).

In riferimento alla normativa in vigore, il seminario ospita le seguenti relazioni:
- Obblighi e responsabilità per il recupero degli imballaggi in acciaio: il ruolo di Ricrea (Federico Fusari, Ricrea);
- Definizione di rifiuto, materie recuperate e sottoprodotti secondo il D.lg. 152/2006 e s.m.i., con particolare riferimento ai rottami ferrosi (Andrea Meneghini, EcamRicert Srl);
- Applicazione del REACH e CLP alle materie recuperate e ai sottoprodotti (Gianluca Stocco, Normachem Srl);
- L’impatto sul prodotto finito di un acciaio recuperato (Marco Breda, Unilab Laboratori Industriali Srl).

I numeri di Ricrea: 2013 e 2014
Nel corso del seminario il Consorzio riporterà anche i principali dati di raccolta, riciclo e copertura territoriale, relativi all’attività svolta da Ricrea negli anni 2013 e 2014. La tabella seguente, li riporta in forma sintetica.
Gli indicatori operativi segnalano un aumento marcato sia della quantità di imballaggi immessi a consumo (6,9%) sia delle quantità di raccolta e di riciclo. Come per gli scorsi anni, particolare attenzione è dedicata allo sviluppo della copertura territoriale, ovvero alla diffusione di Convenzioni o Accordi RICREA sul territorio: gli indici mostrano un ulteriore incremento della copertura territoriale.

tabella ricrea copia.png

05.05.2015

Sfoglia gli ultimi numeri delle riviste